Salta navigazione.
50 ans SUSLLF
Società Universitaria per gli Studi
di Lingua e Letteratura Francese

Lutto nella francesistica

Josiane Podeur è prematuramente scomparsa il 16 settembre scorso. Nata a Brest nel 1953, è arrivata a Napoli giovanissima, si è sposata con il filosofo Roberto Esposito e si è dedicata da subito all’insegnamento della lingua francese, dapprima come lettrice all’Istituto Universitario Orientale, poi come ricercatrice alla " Federico II", dove è stata co-protagonista  di una gloriosa stagione della Facoltà di Lettere, per infine approdare in qualità di Professore ordinario di Lingua francese presso l’Università "Suor Orsola Benincasa".  Esigente, era particolarmente apprezzata per il suo impegno sul versante della didattica, impegno che ha continuato a profondere anche successivamente al suo congedo avvenuto per sua scelta pochi anni fa.
La sua ricerca si è focalizzata in ambito fonetico e soprattutto traduttologico. Dopo un manuale, La Pratica della traduzione, su cui si sono formati studenti di numerose università italiane, ha proseguito i suoi studi spaziando dalla traduzione dei jeux de mots a quella del fumetto, alla traduzione dei nomi propri e del  polar, sapendo coniugare  un approccio teorico informato e innovativo a uno pratico, com’era nel suo spirito concreto e determinato.

Creativa, originale e ironica, schiva nei confronti delle convenzioni della vita universitaria, ha sempre coniugato la passione per la docenza con quella per la ricerca. Le colleghe e i colleghi delle Università napoletane e tutti i soci della SUSLLF la ricordano con grande rammarico e rimpianto.

A Roberto e ai figli Gian Maria, Nathalie e Michel, la SUSLLF porge le più affettuose condoglianze.