Salta navigazione.
50 ans SUSLLF
Società Universitaria per gli Studi
di Lingua e Letteratura Francese

Comunicazioni SUSLLF

Vœux de Pâques et de printemps (de la part du Bureau SUSLLF)

"Italie, tu es notre perpétuelle inconnue. Jamais nous n'aurons pu jouir de toutes tes cités, de toutes tes ruines, de toutes tes vignes et de toutes tes inventions. Notre Nord a besoin de ton Sud, et la rose des vents tourne sur nos frontières, dans un modèle de mondialisation heureuse. Merci de nous permettre de nous regarder dans tes yeux, de nous apprendre à lire dans la superposition de nos langues, de feuilleter le livre de nos échanges dans l'émerveillement constamment rajeuni".

Michel Butor - extrait du texte pour les 50 ans SUSLLF

Lutto nella francesistica

Il Professor Mario Matucci si è spento il 14 marzo 2015.
 
Professore di Lingua e Letteratura francese, professore emerito dell’Università di Pisa dal 1997, medaglia d’oro della Repubblica italiana ai Benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte dal 1978, grande appassionato di Rimbaud, specialista di Marivaux, di Constant, di autori francesi da Challe a De Maistre, a Madame de Staël, al gruppo di Coppet, a Henry Bayle, a Paul Bourget.
 
Oltre all’insigne studioso, la SUSLLF ricorda il Professor Matucci come suo presidente dal 1987 al 1991, Socio d’onore dal 2013, e si stringe intorno alla famiglia, agli amici, agli allievi nell’esprimere  le sue profonde condoglianze.

Prossima giornata SUSLLF e Assemblea generale ordinaria Firenze, 18 settembre 2015 (sala del teatro dell'Institut Français Firenze)

Prossima giornata SUSLLF e Assemblea generale ordinaria

 

Firenze, 18 settembre c.a.

Presso la sala del teatro dell'Institut Français Firenze


[La scelta della sede è determinata dal fatto che l'IFF è stato

il primo Istituto di cultura al mondo (1907-1908), fucina
dell'Unesco, nato grazie all'interrelazione tra l'Università francese
e i docenti della Scuola di Studi Superiori fiorentini.
Il suo ruolo politico-interculturale franco-italiano è stato
fondamentale anche per l'entrata in guerra nel 1915 dell'Italia
accanto alla Francia].

 

Programma provvisorio

 

Ore 9:00 Saluti d’apertura

 

- Interviene Marco Lombardi: L’Institut français de Florence: premier laboratoire des rapports inter-universitaires franco-italiens

[All'Ufficio ricerca dell'IFF si deve la scoperta dell'atto di nascita di Lulli,

documento poi comunicato al grande musicologo H. Punières: Lulli è nato a duecento
metri dall'Istituto]

 

- Interviene Patrick Dandrey : Momus et les arts : dilections, dédains et dégoûts esthétiques de Molière

 


PAUSA CAFFE

- TAVOLA ROTONDA : La coopération universitaire franco-italienne: dialogue et perspectives. Institut Français Italia et doctorats

BUFFET presso l'IFF

Ore 15:00 Assemblea generale ordinaria SUSLLF

Lutto nella francesistica

La Prof.ssa Emma Stojkovic Mazzariol, professore ordinario di Lingua e Letteratura francese all'Università Ca' Foscari di Venezia è deceduta lo scorso 6 marzo.
Ci viene a mancare una voce appassionata, una conoscitrice profonda di Villon, della Letteratura francese del Quattrocento e del Cinquecento.
Alla famiglia, agli allievi, ai colleghi e agli amici le sentite condoglianze della SUSLLF.

21 febbraio / 21 février (Conférence générale de l'Organisation des Nations Unies pour l'éducation, la science et la culture [UNESCO])

Giornata internazionale della Lingua materna - di TUTTE le lingue materne
Journée internationale de la Langue maternelle - de TOUTES les langues maternelles
 
"c'est à partir de la langue maternelle qu'on a accès à l'élan poétique. Même si la langue maternelle [...] 
ce n'est pas nécessairement la langue qu'on apprend enfant, 
la langue d'origine. Une autre langue, ou d'autres langues, peut être composée de plusieurs pièces 
et être qualifiée de maternelle. Ce qui anime la quête de cette langue composite, c'est la volonté 
de trouver une langue maternelle plus maternelle que la langue".
Heinz Wismann, Penser entre les langues

da parte del Direttivo SUSLLF / de la part du Bureau SUSLLF

Journée de la Lecture 2015

Chers Associés,

la fête de la lecture approche : Giornata nazionale per la promozione della lettura. Le gouvernement italien l’a décrétée pour le 24 mars ou dates avoisinantes ; dernièrement on l’a fait glisser jusqu’au mois d’avril. Souvent elle coïncide avec la Semaine de la langue française.

Cette année, du 23 avril au 31 mai 2015, 5e édition du Maggio dei Libri, campagne nationale de promotion de la lecture.

Nous vous rappelons l’initiative SUSLLF, dont le but est de promouvoir la lecture et le français, la lecture en français chez nos étudiants, et d’impliquer nos Membres d’honneur dans cet événement.

D’après la proposition SUSLLF (Assemblées générales du 16.11.2012 et du 20.09.2013) trois universités italiennes (départements, laboratoires, centres de recherche) pourraient inviter un de nos Membres d’honneur – un par université – et lui confier l’organisation de la Journée. L’implication des étudiants est incontournable ; les textes lus à haute voix doivent être en français. Chaque Membre d’honneur SUSLLF est le « metteur en scène » de la journée et l’organise à sa guise (choix des textes de la part des étudiants, promenades de lecture, implication d’autres disciplines etc.). L’accord, l’invitation de la part de nos collègues de Langue, de Littératures françaises et francophones est nécessaire, pour l’organisation des salles et des heures.

Pour la SUSLLF il s’agit aussi d’une occasion pour rencontrer ses Membres d’honneur, au cœur d’une initiative qui place les étudiants sur le devant de la scène.

Côté administration, la SUSLLF offre comme support le remboursement des frais de voyage et de séjour de l’invité jusqu’à cinq cents euros. Seront prises en charge par la SUSLLF les trois premières propositions – résultat d’un accord préalable Membre d’honneur - Université d’accueil – qui parviendront au Professeur Patrizia Oppici patrizia.oppici@unimc.it jusqu’au 31 mars 2015.

La réalisation de la fête de la lecture pourra avoir lieu jusqu’au 31 mai 2015.

Au fur et à mesure de la réception les propositions seront annoncées sur le site SUSLLF.

Très bonne fête de la lecture, à vos pages, à vos tablettes !

 

Le Bureau SUSLLF

12 février 2015

Lettera di Franco Biasutti e allegati

LETTERA DI FRANCO BIASUTTI (presidente della Consulta Nazionale di Filosofia) SUL DOCUMENTO GOVERNATIVO LA BUONA SCUOLA – e documenti allegati

Cari Amici e Colleghi,
vi aggiorno innanzitutto sulla questione degli insegnanti. In questi due ultimi mesi sono riuscito a contattare alcuni parlamentari della Commissione VII della Camera, che hanno promesso un appoggio al nostro documento. Per quanto riguarda la situazione generale c’è indubbiamente una pressione dei pedagogisti che, nel merito del progetto “Buona Scuola”, avanzano proposte per allargare le competenze pedagogiche nella formazione degli insegnanti, ma, almeno per il momento, non c’è un impegno positivo del Pd su tali richieste.
Il percorso formativo dei nuovi insegnanti dovrebbe essere definito da un progetto di legge che sarà presentato dopo l’elezione del presidente della Repubblica e dopo che il Governo avrà risolto il problema dei precari: questo significa, approssimativamente, dopo la metà di febbraio.
A questo punto però c’è il rischio che si apra un secondo fronte. Il Governo infatti sembra deciso a collegare l’assunzione degli attuali precari con la definizione delle procedure necessarie al loro aggiornamento: a questo fine sarà utilizzato lo strumento del decreto ministeriale.
Anche in questo caso dobbiamo fronteggiare la lobby dei pedagogisti, che vorrebbe concentrare quella che la “Buona Scuola” definisce “formazione in servizio” sulle materie pedagogico-didattiche, creando eventualmente in ogni ateneo una nuova struttura espressamente dedicata ad hoc.
Il rischio è che la soluzione che sarà escogitata per la formazione in servizio sia fatta valere poi anche per il percorso formativo dei nuovi insegnanti.
Per fronteggiare questo rischio, Eugenio Mazzarella ed io abbiamo elaborato il documento che trovate in allegato e che sottoponiamo al vostro giudizio confidando nella vostra approvazione. Eugenio Mazzarella lo trasmetterà all’on. Francesca Puglisi, con cui è in contatto e che in seno al Pd e quindi anche per conto del Governo segue scuola e istruzione.
Concludo sottolineando l’urgenza rivestita dalla questione.

Un cordiale saluto

Franco Biasutti

Lettera ai presidenti di associazioni e consulte dell'area 10 da parte della Prof.ssa Maria Teresa Giaveri

Care colleghe, cari colleghi,
anche a VQR finita mi capita di ricevere mail con richieste di informazioni da parte di docenti delle nostre discipline. Mi sembra dunque utile condividere alcune informazioni risultanti in particolare da un incontro Anvur (una riflessione sulla passata VQR in rapporto ai futuri meccanismi di valutazione).

a) In relazione a un tema che ricorrere quasi ossessivamente nelle nostre conversazioni: la prossima VQR vedrà ancora la peer review per la nostra area, o ci sarà una soluzione bibliometrica? Dalla riunione Anvur risulta che non ci sarà imposta tale soluzione.
Per ogni miglioramento del meccanismo (introduzione o scorporo di tipologie testuali, problemi ISBN etc.) potete scrivere all’Anvur, indirizzando il mail al prof Benedetto (o, se preferite, a me che glielo trasmetterò).

b) In rapporto al problema del mancato pagamento (finora) dei valutatori italiani ( gli stranieri sono stati fortunatamente pagati): è stato assicurato il pagamento delle passate valutazioni in un futuro che dovrebbe essere prossimo (finalmente!)

c) Infine l’informazione più importante. Come sapete, sono stati richiesti da più parti ( si veda la mia relazione finale alla VRQ) un ripensamento sui SSD e soprattutto una riduzione del numero degli ordinari necessari all’autonomia di un settore. Finalmente questa esigenza è stata soddisfatta: il numero di docenti di prima fascia necessari è stato portato da 30 a 20!

Credo che l’attività del CUN a questo proposito sia stata encomiabile, e che meriti tutta la nostra gratitudine: mi auguro essa possa proseguire anche in futuro, a difesa delle nostre discipline, in perfetta continuità con l’impostazione adottata dai nostri tre colleghi.

Un cordiale saluto

Maria Teresa Giaveri

IMMINENTI ELEZIONI AREA 10 CUN

Facendo seguito al documento “2a parte Tappe di avvicinamento elezioni area 10 CUN” (pubblicato tra gli Avvisi SUSLLF in data 29.12.2014) ricordiamo il lavoro di coesione, di attiva partecipazione ai problemi della vita universitaria e dei saperi, di critica costruttiva che in questi anni la SUSLLF ha svolto insieme con le consulte e associazioni scientifiche di “stranieristi” (lingue, letterature moderne e filologie).

 
La terna proposta da noi “stranieristi” comprende:
  • Per i Professori Ordinari:Giacomo MANZOLI (L-ART/06 Cinema, Fotografia, Televisione – Università di Bologna)
  • Per i Professori Associati:Veronica ORAZI (L-LIN/05 Letteratura spagnola – Università di Torino)
  • Per i Ricercatori Universitari:Rosella TINABURRI (L-FIL-LET/15 Filologia germanica – Università di Cassino e del Lazio meridionale)
 
Per completezza di informazione citiamo le altre candidature per questa tornata di elezioni Area 10 CUN (dal sito MIUR)
Professori Ordinari
BALDASSARRI Guido Università degli Studi di PADOVA L-FIL-LET/10
 
Professori Associati
DOVETTO Francesca Maria Università degli Studi di NAPOLI "Federico II" L-LIN/01
 
Ricercatori Universitari
CAROTENUTO Carla Università degli Studi di MACERATA L-FIL-LET/11
FABBRI Franco Università degli Studi di TORINO L-ART/08
TORRE Chiara Università degli Studi di MILANO L-FIL-LET/04
 
 
Al di là delle scelte che verranno fatte è
 
FONDAMENTALE LA PARTECIPAZIONE DI OGNUNO
 
AL VOTO

Addenda alla lettera della Prof.ssa Liana Nissim

Su richiesta del Prof. Olivier Bivort alla lettera della Prof.ssa Liana Nissim si aggiungono alcune sue precisazioni e (v. allegato) il decreto direttoriale contenente le motivazioni del decadimento della Commissione e indicazione del sorteggio della (nuova) Commissione.

Desidero aggiungere qualche precisazione in merito alla lettera della prof.ssa Nissim. Come è stato detto, sono entrato nel pieno delle mie funzioni solo il giorno 6 novembre 2014, dopo l’approvazione dei criteri di valutazione. Il Ministero avendo fissato con termine ultimo dei lavori la data del 29 novembre 2014, ho chiesto una proroga al direttore Livon, facendo presente che non sarei stato in grado di ultimare il mio lavoro entro quella data. Nonostante l’accesso alla piattaforma sia rimasto aperto fino al 29 dicembre, il Ministero non ha concesso alcuna proroga alle commissioni nazionali dopo il 29 novembre 2014 (decreto direttoriale n. 2692 del 16 settembre 2014).

Olivier Bivort