Salta navigazione.
50 ans SUSLLF
Società Universitaria per gli Studi
di Lingua e Letteratura Francese

Comunicazioni SUSLLF

Riviste di Francesistica- Aggiornamento febbraio 2012

Da parte del Direttivo SUSLLF l'aggiornamento delle riviste di Francesistica. Sono state approntate  (si veda la parte finale del documento) due nuove categorie: riviste "neonate"  e, su fondo giallo,  riviste pluridisciplinari. Si ringraziano i Soci di segnalare errori, omissioni, nuovi inserimenti in vista di futuri aggiornamenti.

Informazione

Qualora non fosse cosa nota, si informano Soci e Colleghi che sul sito dell'ANVUR (www.anvur.org) sono disponibili, nella sezione Documenti, i moduli per richiesta pdf agli editori delle pubblicazioni scientifiche personali. Si ricorda che l'ANVUR, nell'ambito della valutazione della ricerca (VQR 2004-2010) di ciascun Ateneo, attribuirà punteggio soltanto a chi inserirà pdf e altri dati inerenti le pubblicazioni indicate sul proprio profilo CINECA.

Documento Aree 10-11 su bando PRIN 2011 e interrogazione parlamentare

Da parte del Direttivo SUSLLF documento Aree 10-11 su
bando PRIN 2011 e interrogazione parlamentare.

Adesione Direttivo SUSLLF a documento valutazione Associazioni 'Stranieristi'

Si pubblica in allegato il documento sulla valutazione redatto dalle Associazioni degli 'Stranieristi' a cui il Direttivo SUSLLF ha aderito.

Riflessioni su aggiornamento valutazione riviste

 

Al termine di un primo aggiornamento sui dati concernenti la valutazione delle riviste scientifiche nazionali dell’area francesistica – e ringraziamo Soci e Colleghi che a tale messa a punto hanno collaborato - il Direttivo SUSLLF presenta alcune sue considerazioni.
Sulla linea delle precedenti riflessioni (documenti novembre-dicembre 2011) sono stati rilevanti criteri quali il peer reviewing, la redazione in lingua straniera (italiano- francese, multilingue), l’internazionalizzazione, elementi che sempre più ormai fanno parte del profilo delle riviste scientifiche, come si constata anche da quelle di più recente o recentissima nascita.  
Riteniamo interessante, importante il traguardo raggiunto, certamente non definitivo,  anzi, una tappa da cui far partire ulteriori fasi di riflessione.
Pertinenti annotazioni, che qui assumiamo, ci sono state presentate soprattutto sul criterio della internazionalizzazione  – nozione non facile da definire, come già indicato nei precedenti documenti SUSLLF,  ma che necessariamente si è dovuta declinare in punti quali la composizione internazionale del comitato scientifico, la codirezione, la coedizione con istituzioni straniere, la diffusione in biblioteche e istituzioni estere, realtà queste ultime non sempre sufficientemente valorizzate.
La diffusione on line, figlia della tecnologia di questi ultimi decenni, ormai completamente assimilata dalle procedure attuali, non deve lasciare in ombra l’importante patrimonio di diffusione delle pubblicazioni su supporto cartaceo, realizzato negli anni con percorsi di diversa tipicità (abbonamenti, presenza in cataloghi delle più importanti biblioteche nazionali e straniere, ecc.).Riviste che con meritoria continuità sono state per anni testimonianza di ricerche, di studi stanno ora aggiornandosi su criteri storicamente più recenti, quali la presenza di peer revewing.
Ci è stato inoltre ricordato che alcune nostre riviste  erano citate, con riconoscimento, in liste di valutazione internazionale (ERIH – European Reference Index for Humanities).
 
La prima tabella riassuntiva che si trova in calce della serie tabelle analitiche si attiene ai tre filoni di criteri cui è stata data priorità (peer reviewing, presenza della lingua straniera, internazionalizzazione). Abbiamo però inserito di seguito altre voci di valutazione, proprio in ottica di quella sperimentazione più volte auspicata in riunioni Area 10 e 11 CUN
Rimane infine viva la consapevolezza che i criteri, questi ed altri, seppure cumulativamente  presenti non sono di per sé garanzia automatica di eccellenza di un “prodotto della ricerca”. Rappresentano una opportuna soglia di consenso sulle forme, oltre la quale inizia la lettura critica, ineludibile itinerario di valutazione della qualità.
 
Con il Direttivo SUSLLF
La Presidente
Mariagrazia Margarito

 

Sintesi incontro CUN (Area 10 e Area 11) - Roma, 9.11.2011 e Riunione “stranieristi” (Associazioni scientifiche di Lingue e di Letterature non italiane) - Bologna, 21.11.2011.

Riunione CUN Area 10 e Area 11 - Roma, 9.11.2011, ore 12
 
Sintesi
A seguito relazione sull’incontro con l’ANVUR (nelle persone del suo Presidente, Prof. Stefano Fantoni, del Consigliere Prof. Giuseppe Novelli e del Responsabile della Segreteria Tecnica del Ministro Prof. Alessandro Schiesaro) da parte di una “delegazione sinteticamente rappresentativa di tutte le Associazioni e Consulte delle Aree  10 e 11, promotrici del Documento sulla valutazione in ambito umanistico”  (si veda l’allegata Lettera Prof. Caputo; si vedano anche gli allegati Documento ANVUR del 22.06.2011, Documento CUN 19.10.2011, ANVUR VQR 7.11.2011, parere ANVUR 13_11) erano state espresse perplessità sulla rappresentatività di questa delegazione. Il Prof. Caputo spiega il costituirsi nello scorso agosto del gruppo di lavoro Area 10 in analogia con il gruppo di lavoro dell’Area 11, noto quest’ultimo perché più di un anno fa aveva prodotto un primo documento per la valutazione delle riviste, testo noto come Documento Graziosi. Esso era servito d’avvio per le valutazioni delle riviste, ripetutamente richieste dalle Aree 10 e 11 alle Consulte e alle Società scientifiche.
 
La parte iniziale dell’Assemblea del 9.11 c.a. è stata occupata da interrogativi vari concernenti i rapporti CUN – ANVUR. E’ stato messo in evidenza come anche l’ANVUR chieda aiuto, collaborazione alle Società scientifiche per una più condivisa valutazione della produzione scientifica.
E’ stato inoltre precisato (Prof. Tortorella) che CUN e ANVUR dovrebbero quindi collaborare, ciascuno nella sua area di competenza.
Diventa pertanto importante un incontro con i rappresentanti ANVUR e al termine dei lavori della giornata del 9.11.2011 si chiederà ufficialmente un incontro Area 10 e 11 CUN e ANVUR.
Il dibattito è stato portato avanti su diversi punti della valutazione. La Prof.ssa Riem (Consulta Presidi di Lingue) ricorda come sia stata sottolineata l’importanza da attribuire alle monografie e alle curatele, oltre alla presenza di peer review.
Di particolare rilievo inoltre l’informazione fornita che altre Aree CUN (Psicologia, Architettura, Giurisprudenza) hanno, riguardo alla valutazione, problemi simili a quelli delle nostre discipline umanistiche e parrebbero interessate ad unirsi alle Aree 10 e 11.
Il dibattito è proseguito con interventi di rappresentanti delle Società scientifiche e di Consulte, incentrandosi di volta in volta su punti specifici della valutazione, secondo focalizzazioni pertinenti con ognuna delle realtà rappresentate (Consulte, Società scientifiche). Tra i punti toccati, l’affermazione che la valutazione delle strutture non è da confondersi con la valutazione individuale.
Viene ribadita la necessità che le Società scientifiche dialoghino tra di loro e che sia continuamente aggiornata la loro anagrafe. Si devono evitare ulteriori frantumazioni e puntare ad aggregazioni che aumentino la rappresentatività delle Associazioni.
Si rinnova caloroso appello a far giungere alle Aree 10 e 11 i risultati della valutazione riviste; si ricorda ai rappresentanti CUN che sono stati eletti e che da loro e in loro presenza deve aver luogo l’incontro con i rappresentanti ANVUR (per l’Area 10 la Prof.ssa Giaveri, per l’Area 11 il Prof. Graziosi). La riunione si conclude con annuncio di prossimo incontro (in dicembre) tra rappresentanti CUN, ANVUR, rappresentanti delle Consulte e delle Associazioni scientifiche.
 
 
 
 
Riunione “stranieristi” (Associazioni scientifiche di Lingue e di Letterature non italiane)   - Bologna, 21.11.2011, ore 14
 
Sintesi
Riunione indetta dalla Prof.ssa Crisafulli, nuova presidente AIA (Associazione Italiana di Anglistica). Sono  presenti: Marcello Garzaniti, per
l'Associazione degli Slavisti; Pietro Taravacci per l'associazione degli
Ispanisti; Antonella Gargano per l'Associazione dei Germanisti; Alessandro
Zironi ( in sostituzione di Fulvio Ferrari che non poteva partecipare all’incontro) per l'Associazione dei Filologi Germanici; Emilia Perassi per gli Ibero-Americanisti; Veronica Orazi per i Catalanisti, Mariagrazia Margarito per la SUSLLF (Società Universitaria per gli Studi di Lingua e Letteratura francese). Presenti anche la Prof.ssa Maria Teresa Giaveri (rappresentante ANVUR per l’Area 10), Lorenzo Bianconi nominato da Giaveri per ANVUR settore Musicologia, teatro e Cinema, e Keir Elam membro dell'Osservatorio della Ricerca e unico referente dell'Ateneo bolognese per l'area 10.
La Prof.ssa Giaveri illustra la composizione e l’attività ANVUR, compresi i panels di valutatori. L’incontro risulta interessante e proficuo, soprattutto in ottica conoscitiva. Prevale l’invito a tenere una linea rispettosa delle diversità delle discipline.
Riguardo alle curatele la Prof.ssa Giaveri nota come esse ricoprano campi diversi: curatele come edizione critica, come raccolta atti di convegno, come miscellanee (“in onore di…”). Attualmente non vengono valutate curatele per singolo numero di rivista.
Partendo dal documento di valutazione Graziosi (che, seppure artigianale, ha avuto il pregio d’essere un punto d’inizio) viene richiesto alle Società scientifiche di indicare – per Natale -  dalle tre alle cinque riviste nazionali che siano valutate come eccellenti, settore per settore. In seguito il lavoro dovrebbe proseguire con valutazione riviste a livello internazionale (su questo punto si ricorda di tener presente l’elenco delle riviste del CINECA e ad adattarlo alle esigenze delle Società scientifiche, completandolo, proponendo valutazioni).
Ci si interroga sulla rigidità delle fasce A,B,C e sulle percentuali di titoli riviste da inserirvi: si auspica un sistema più flessibile. Si propone una oscillazione (fascia A) dal 20 al 25%, ed eventualmente 25% in fascia B.
Ancora sulla valutazione, alcune grandi linee comuni si stanno delineando:
- sí a favorire le composizioni in lingua straniera
- sí alla presenza di peer review
- sí ad apertura al massimo all’internazionalizzazione.
Ci si interroga anche sul valore dell’incontro di cui qui si riferisce: sarebbe ipotizzabile che il gruppo delle Società scientifiche degli “stranieristi” potesse avere valore consultivo.
 
Sintesi redatte da

Mariagrazia Margarito

Valutazione riviste di Francesistica

 
Novembre-dicembre 2011
Cari Soci,
Cari Colleghi,
 quasi due anni or sono il Prof. S. Cappello e il direttivo SUSLLF avevano inviato una questionario censimento per mettere a punto una anagrafe delle riviste di Francesistica a livello nazionale. Per comodità di lettura tale scheda questionario è riportata in allegato: essa riprendeva i punti del Documento Graziosi , dal nome del coordinatore del gruppo di lavoro dell’Area 11 CUN. Al Prof. Cappello erano giunte le vostre risposte, che sono state trasferite all’attuale Direttivo SUSLLF, il quale a sua volta, ha collocato in tabella di valutazione con criteri Graziosi i dati pervenuti. Si veda la TABELLA INIZIALE dell’allegato in Excel i cui criteri sono quelli precisati nel questionario riviste SUSLLF.
Di seguito, criterio per criterio, sono riprese e raggruppate le riviste, in ordine alfabetico per ogni elenco.
In questi due anni si sono succeduti diversi incontri CUN, Aree 10 e 11 e man mano si sono cercate, tra Consulte e Società scientifiche, linee comuni e più flessibili di valutazione, come si rileva dalle ULTIME DUE TABELLE, incentrate su tre parametri: peer review, presenza on line, internazionalizzazione con le sue suddivisioni.
Preghiamo i Soci di controllare l’elenco riviste (v. TABELLA INIZIALE) e le voci di valutazione: sono dati di circa due anni fa e aggiornamenti sono senz’altro intervenuti.
Grazie di segnalare (a qualunque componente del Direttivo) mutamenti, completamenti, inesattezze: con urgenza per favore, affinché si possa inviare al CUN un documento da tempo richiestoci.
Con cordialità
Il Direttivo SUSLLF

Riflessioni SUSLLF sulla valutazione dei prodotti della ricerca

Come da tempo richieste, il direttivo SUSLLF ha elaborato riflessioni sulla valutazione dei "prodotti della ricerca" (in primis le riviste)che vengono qui presentate ai Soci e sono inviate  al CUN, Aree 10 e 11.
Mariagrazia Margarito
 

Adesione al documento unitario consulte e associazioni scientifiche aree 10 e 11 (a seguito proposta Aree 10 e 11 CUN, giunta il 31.07.2011)

In data 01.08.2011 La Società Universitaria per gli Studi di Lingua e Letteratura francese (SUSLLF) ha aderito al documento unitario delle consulte e delle associazioni delle aree 1 e 11 in cui viene espresso il dissenso per le proposte ANVUR sui Criteri e parametri di valutazione dei candidati e dei commissari dell’abilitazione.
A conferma di ulteriori perplessità sul testo ANVUR nella prima parte dell’allegato documento di adesione è stata inserita (caratteri colorati) una precisazione.

Segnalazione dal Comitato Area 10 CUN settori concorsuali per le abilitazioni nazionali (giunta il 31.07.2011)

“Sul sito MIUR all'indirizzo: http://attiministeriali.miur.it/anno-2011/luglio/dm-29072011.aspx , trovate il decreto di definizione dei settori concorsuali per le abilitazioni nazionali. 
Come ricorderete la nostra proposta - così come recita lo stesso decreto che ne riporta la data -  è precedente alla emanazione della legge. Ricorderete anche che, non essendo più stati consultati dal Ministro, avevano comunque fatto pervenire alla segreteria tecnica alcune proposte di revisione. Non ci sembra, però, che siano state tutte recepite. Resta comunque la speranza (come recita l'art. 5) che fra dodici mesi sia possibile intervenire.  Comitato Area 10”