Salta navigazione.
50 ans SUSLLF
Società Universitaria per gli Studi
di Lingua e Letteratura Francese

Attività solidali

Per la Biblioteca di Lampedusa

A seguito di un "appello per l’ istituzione di una biblioteca per i Lampedusani, sollecitando l’invio di libri”, da varie parti d’Italia sono state spedite centinaia di volumi, e altri continuano ad arrivare nell’isola.
Si pone quindi l’esigenza di una accurata schedatura e di un funzionale ordinamento.
Tramite la Società Italiana di Filologia Romanza è giunta la richiesta di sostenere uno o più contratti a progetto, destinati a giovani lampedusani.
Le ricadute di una corretta schedatura ed ordinamento di biblioteca sono fruibili anche per l'area francofona ed in quest'ottica il Direttivo sposta, per quest'anno, su questa iniziativa i fondi già accantonati (Assemblea generale ordinaria di Bologna, 2013) per le "Iniziative solidali".

Adozione scuola di paese francofono

Avendone ricevuto mandato dall'Assemblea di Pescara, il Direttivo ha proceduto alla scelta di una scuola di un paese francofono, cui assegnare il previsto contributo di 1.500,00 euro.

Coerentemente con il profilo della SUSLLF, si è deciso di partecipare allo sviluppo della scuola per bambini sordi di Boma della Repubblica Democratica del Congo (Kinshasa).
Si tratta del progetto Florentia La sordità non ha colore, che intende: costruire ed equipaggiare un istituto in cui i bambini sordi saranno diagnosticati, curati, scolarizzati, abilitati ed aiutati ad inserirsi nella società; formare gli operatori (insegnanti, educatori, logopedisti, medici specialisti e responsabili dei laboratori); fornire i materiali tecnici per gli ambulatori e i laboratori.

Promotore, responsabile e direttore del progetto è il Prof. Giuseppe Gitti, Direttore del C.R.O. di Firenze; gestore del progetto è Mons. Cyprien Mbuka, Vescovo di Boma, Missionario della Congregazione del Cuore Immacolato di Maria; esecutore del progetto è Don Jean Basile Mavungu, sacerdote di Boma.

L’obbiettivo è di scolarizzare almeno 100 bambini, di cui 50 in internato, e assistere il maggior numero possibile di bambini offrendo cure gratuite a tutti.

Sito web: http://www.lasorditanonhacolore.it

Il allegato si pubblica l’attestato della donazione rilasciato dai responsabili del progetto.